Le storie d’amore che hanno cambiato il mondo

Di quali forme d’amore narra Sinoué nel suo libro? Quelle appassionate e tragiche, quelle fuori dagli schemi, travolgenti. Non so se abbiano avuto la forza di cambiare il mondo, come dice il titolo, sicuramente quella di cambiare la vita di chi le ha vissute, sì.
Le brevi biografie di personaggi scelti da Sinoué, raccontano forme d’amore che sconfinano nel tempo, alcune tra leggenda e realtà, storie di un passato dimenticato o di un presente documentato. Tutte sono accomunate dalla passione. Non sempre la passione conduce alla felicità, in alcune storie la parte più debole della coppia, quasi sempre la donna, soccombe.
Ma l’amore deve essere tragico e travolgente per essere tale? Deve nutrirsi di avventure e coraggio e rompere gli schemi conosciuti?
Il libro è costruito con 12 brevi racconti e mi sono chiesta se ci sia un senso nell’ordine di esposizione scelto dall’autore, perché non è temporale né altro.
Nel tentativo di comprendere (se c’è qualcosa da comprendere oltre la poesia e l’illusione) il tipo di passione vissuta dalle coppie raccontate da Sinouè le ho inserite in una mappa personale. Molto soggettiva, perché sono convinta che ogni persona abbia una propria mappa per orientarsi nella passione amorosa.
In questa mappa il primo tipo di amore è quello tragico, dove amore e morte sono indissolubilmente legati, e qui di diritto va inserita la storia di Don Pedro e Inês de Castro. Sinouè l’ha raccontata lungamente in un precedente libro “La regina crocifissa” Inês de Castro. Até ao fim do mondo.
Il mito di questa storia che attraversa i secoli è quello di un amore senza fine, interrotto dalla violenza. La vendetta e i ricordi, con i quali don Pedro ha cercato di riempire il vuoto dell’assenza, lo hanno reso eterno: “Atè ao fim do mundo” (fino alla fine del mondo) ha fatto scrivere sulla sua tomba.
Poi ci sono gli amori tormentati: quelli in cui, nella coppia, le personalità sono inconciliabili per cui stare insieme è impossibile e stare lontani una sofferenza.

Richard Burton e Liz Taylor sono il simbolo degli amori vissuti all’insegna dell’eccesso.Unknown-2.jpeg
Quando si conoscono è lei quella famosa. Sta interpretando Cleopatra in un film con una lunga lavorazione e un attore sconosciuto viene scelto per il ruolo di Antonio: Richard Burton. Inizia la storia d’amore con liti, separazioni, matrimoni ripetuti e tanto alcool: una passione che distrugge la coppia e rende impossibile vivere insieme nonostante l’amore reciproco.

Paul Verlaine e Arthur Rimbaud sono chiamati I battelli ebbri da Sinouè. Una passione incontrollabile li unisce e li separa. Arthur Rimbaud è molto giovane quando si conoscono, ancora un adolescente “Capelli arruffati, occhi azzurri, viso d’angelo in esilio. main-qimg-e20836321d138f0c33ee5258acf41c07.jpegUn contadino in realtà, coi pantaloni troppo corti e la cravatta di corda” e Paul Verlaine è sposato e quasi padre “Faccia tonda, stempiato, più vecchio di lui di dieci anni. Ha la barba curata e uno sguardo severo sotto le folte sopracciglia”. Rimbaud è rozzo e sfacciato ma scrive versi bellissimi, riesce a trascinare Verlaine via dalla sua vita borghese e a corrompere la sua fragile assennatezza. Fuggono insieme e, spesso ubriachi di assenzio, ‘la fata verde’, di vagabondaggi e passione erotica, vivono gli eccessi di un amore che non potrà essere duraturo.

Altre coppie sono quelle in cui l’uomo è in posizione superiore o dominante, perché già famoso nel suo campo, mentre la donna è in posizione subalterna e dipendente. Rapporti tradizionali che seguono il classico schema dell’uomo forte e di successo e della donna che lo sostiene.

La più appassionante e tragica è la storia di Auguste Rodin e Camille Claudel.
Rodin è uno scultore di fama quando conosce la giovane Camille, che diventa sua allieva, amante e assistente. Le opere di Camille e quelle di Rodin si confondono per lo stile che condividono. Quando, stanca di aspettare riconoscimento in amore e 10171853_840209882738814_3859273370576677837_n.jpgnell’arte, Camille lascia Rodin non è più considerata da nessuno: è lui a darle luce, nonostante l’indiscutibile capacità artistica di cui lei dà prova. Ma così è! il suo nome, se non viene sostenuto dalla fama del grande uomo, non conta niente. Destino di donna. Destino tragico perché Camille sviluppa pensieri paranoidi e i familiari la chiudono in una casa di cura. La madre non va mai a trovarla e il fratello neppure e si rifiutano di farla uscire dall’istituzione dove rimane trent’anni.

Un’altra storia di lunga passione dove la parte debole è quella femminile è tra Victor Hugo e Juliette Drouet.
Lei è un’attrice, giovane e bella quando Hugo la vede e se ne innamora. Juliette lo hugo-15.jpgsegue dappertutto, sempre in secondo piano, sempre la seconda donna. Prima c’è la moglie di Hugo, Adèle, poi vengono altre amanti, come Léonie. Juliette rimane sempre ‘l’altra’. Ricopia poesie e manoscritti dello scrittore, è costretta a non uscire da sola; semireclusa in casa per dodici anni, quando Hugo l’autorizza a passeggiare da sola per Parigi è perché ha una nuova amante.
Una storia lunga quella tra Hugo e Juliette, cinquant’anni d’amore e di dedizione. Lei lo lascia solo quando muore, e lui le dedica questa parole “Sulla mia tomba dovranno porre, come una grande gloria, il ricordo profondo, adorato, combattuto, di un amore che fu colpa è che divenne virtù”.
Ci sono anche amori dove, nella coppia, è la donna la più forte o la più nota, almeno inizialmente. Nella storia sono più rari di quelli precedenti.

Uno dei più famosi è quello tra George Sand e Fryderyk Chopin. Però è da notare che il ruolo che ama rivestire George Sand, il cui vero nome è Amandine-Lucille Aurore Dupin, è un ruolo maschile: veste con abiti da uomo e fuma la pipa. Quando si chopin05.jpgconoscono nel 1836 lei “ha già trentadue anni e passa per una ‘dongiovanni’. In effetti ha conosciuto molti uomini e anche alcune donne”, lui ne ha ventisei e scrive alla sua famiglia “Ho avuto modo di conoscere una celebrità, Madame Dudevant, nota col nome di George Sand; ma non ha un faccia simpatica e non mi è piaciuta affatto. Inoltre c’è in lei qualcosa che mi respinge”.
Ma, dopo questa iniziale antipatia per ‘una donna scandalosa’, nel 1938 si innamora di lei e lei si innamora del talento e della fragilità di lui; lo accompagna nel trionfo dei suoi concerti, ma anche nella malattia e gli è vicina nella morte.
“Il male che rode quel povero essere nella mente e nel fisico mi uccide da tempo, e lo vedo andarsene senza aver mai potuto fargli del bene, perché la causa principale della sua tristezza è proprio l’affetto inquieto, geloso e ombroso che nutre nei miei confronti. Sono ormai sette anni che io vivo come una vergine con lui e con gli altri. Mi sono fatta vecchia prima del tempo, e anche senza sforzo né sacrificio, tanto ero stufa delle passioni, e disillusa senza rimedio”.

Ci sono relazioni d’amore in cui le donne sono considerate arriviste, alla conquista di un uomo facoltoso e ricco per raggiungere uno status sociale superiore.

Famosa la storia di Edoardo VIII e Wallis Simpson: lui lo scapolo più ambito del Regno Unito e lei pluridivorziata americana.
Ha pensato veramente di diventare regina? L’opposizione alla loro unione è stata forte e alla fine lui ha preferito lasciare la corona piuttosto che lasciare lei. Unknown-1.jpeg
Nella storia raccontata da Sinoué ci sono anche alcune possibili spiegazioni per questo amore che appare immenso e Wallis possiede “la maestria nell’arte della lusinga, ovvero la sua capacità di convincere qualunque uomo di essere unico ed eccezionale”. Una “donna di spirito”, con una “incredibile sfacciataggine”.
“L’ascendente che Wallis esercitò sul principe era di natura puramente sessuale, come hanno ritenuto diversi osservatori? Un intimo amico d’infanzia del principe affermava: ‘ Di sicuro a letto lei gli dava qualcosa che nessun’altra donna gli aveva mai dato. Forse ha saputo convincerlo di essere un uomo traboccante di energia e molto virile, tanto da saper offrire piena soddisfazione a una donna… La tecnica raffinata che permette di sedurre e di tenersi un uomo difficilmente s’impara senza il concorso dell’esperienza’.

Un’altra è la storia d’amore tra lady Hamilton e l’ammiraglio Nelson. Quando si innamorano lei è la bellissima moglie dell’ambasciatore inglese a Napoli. Il matrimonio con l’anziano e buon lord Hamilton le aveva offerto una posizione ragguardevole e onorata. A lei che da cameriera presso famiglie facoltose era diventata l’amante di giovani rampolli. il_570xN.859647244_e5ge.jpg
Lord Hamilton continua a proteggerla anche dopo che Emily si innamora dell’ammiraglio Nelson, piccolo di statura ma grande in mare: l’unico a sconfiggere la flotta di Napoleone. Ha perso un occhio, ha perso un braccio ma nonostante questo lady Hamilton lo ama e gli dà una figlia. Alla morte di lui deve combattere perché le venga riconosciuta una pensione per vivere.

Gli amori paritari sono quelli dove, nella coppia, nessuno dei due prevale sull’altro; non ci sono rapporti di dipendenza come tra maestro e allieva, vecchio e giovane, ricco e meno ricco. Entrambi hanno personalità forti e capaci.

Per primi penso a Frida Kahlo e Diego Rivera, L’elefante e la colomba, li chiama Sinouè.
Sono due ‘mostri sacri’ nel mondo della pittura e dell’arte figurativa. Si incontrano, si sposano, si separano, si risposano: vivono il loro amore tra alti e bassi. Sembra essere di Rivera il ruolo dominante nella coppia perché è un pittore già famoso quando conosce Frida, che è più giovane di vent’anni e all’inizio della sua attività artistica. ef61c478-d0a5-11e5-9819-2c2b53be318b.jpgNonostante questo lei sa stare alla pari del grande uomo, è una donna che non si sottomette ai ruoli prestabiliti ma che sa esprimersi con forza e capacità trovando un proprio posto nel mondo artistico e nell’immaginario collettivo.
Curiosità: quando Diego accetta l’incarico di affrescare la hall del Rockefeller Center (affreschi che verranno “polverizzati a colpi d’ascia, in piena notte” perché ha dipinto in un personaggio i tratti di Lenin) Frida lo accompagna negli Stati Uniti, anche se non ama questo paese. Lo chiama Gringolandia e scrive ad un amico ciò che non le piace degli americani ” la loro tracotanza, il loro orgoglio, la loro freddezza protestante. Di Gringolandia non ama la forsennata volontà ‘di diventare qualcuno’, di esibire la propria riuscita, l’affermazione personale. Quello che non sopporta è l’incommensurabile orgoglio”.

Lady Mountbatten e Jawaharlal Nehru si incontrano in un momento importante dellaEdwina-Mountbatten_1506289c.jpg loro vita e della storia, quello dell’indipendenza dell’India, paese nel quale Edwina, moglie del viceré inglese, si è immersa visitando villaggi, incontrando persone e associazioni, conoscendone la situazione.
Nehru è il Primo Ministro dell’India indipendente e la passione nata tra loro è descritta come profonda, nutrita da bisogni reciproci e da ideali condivisi. Fino alla morte di lei nel 1960.

Edith-Piaf-and-Marcel-Cerdan.jpegLo stesso tra Édith Piaf e Marcel Cerdan. Entrambi famosi, lei cantante e lui pugile. Si amano dal 1947 al 1949, fino a quando lui muore perché cade l’aereo in cui viaggiava per tornare da lei a New York

L’ultima storia d’amore, in chiusura del libro, non può che essere quella tra Jhah Jahan e Muntas Mahal, che supera il tempo e arriva fino a noi con una opera meravigliosa, il Taj Mahal. Un mausoleo, la tomba più bella del mondo, che Jhah Jahan, imperatore Mogul dal 1628 al 1658, ha fatto costruire per la sua sposa dopo che è morta partorendo il loro quattordicesimo figlio.142843098-265576f4-f32a-4f2e-b8fa-d42f9b1320c2.jpg

Le storie d’amore che hanno cambiato il mondo
Gilbert Sinouè
Neri Pozza, 2016

5 thoughts on “Le storie d’amore che hanno cambiato il mondo

  1. Pingback: NOI – Pensieri lib(e)ri

  2. Pingback: Lettera a D. Storia di un amore – Pensieri lib(e)ri

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...