Rivoluzione Galileo

La filosofia è scritta in questo grandissimo libro che continuamente ci sta aperto dinanzi agli occhi (io dico l’universo), ma non si può intendere se prima non si impara a intender la lingua, e conoscer i caratteri, ne’ quali è scritto. Egli è scritto in lingua matematica, e i caratteri son triangoli, cerchi, ed altre figure geometriche, senza i quali mezzi è impossibile a intenderne umanamente la parola; senza questi vi è un aggirarsi veramente per un oscuro laberinto”
Galileo Galilei, Il Saggiatore Continua a leggere

Botero

“Tutte le volte che le persone stanno di fronte ai miei dipinti o alle mie sculture non vedono soltanto una pera o una mela, ad esempio, ma riconoscono immediatamente l’opera come un Botero” Continua a leggere

Toulouse Lautrec. La Belle Époque

A parer di taluni sarebbe stato un pietoso demente, un miserabile squilibrato, mentre è un artista eccellente… È vero, Lautrec portava una maschera che ben pochi si sono curati di sollevare. Ha dato di se stesso un’immagine volontaria, studiata, e hanno creduto che si raccontasse al naturale. Ha descritto gli esseri umani in maniera ironica, beffarda, persino crudele, e si è pensato che il suo animo fosse tale.
Arsène Alexander, editore di ‘Le Rire’
Continua a leggere

W.M.Chase, un pittore tra New York e Venezia

W.M.Chase, un pittore tra New York e Venezia

Camminando per le calli a Venezia verso Palazzo Ducale, dove mi stavo dirigendo per vedere la mostra di Bosch, mi sono fermata davanti a un manifesto che ha attirato la mia attenzione. Rappresentava un dipinto di stampo ottocentesco, con i toni del rosso, a pubblicizzare la mostra su un pittore americano a Cà Pesaro. Il nome non mi ha detto niente, sul momento, ma la locandina, che ritraeva una ragazza pensierosa, era molto accattivante e mi ha fatto pensare a una pittura rilassante e di belle forme antiche. Continua a leggere

Jheronimus Bosch e Venezia

Jheronimus Bosch e Venezia

“La differenza fra i lavori di quest’uomo e quelli degli altri consiste, secondo me, nel fatto che gli altri cercano di dipingere gli uomini come appaiono di fuori, mentre lui ha il coraggio di dipingerli quali sono dentro, all’interno” J. de Sigüença, 1605

Continua a leggere