Joan MIRÓ – Materialità e Metamorfosi

“La materia, lo strumento mi impongono la tecnica, un mezzo per dar vita a una cosa” Continua a leggere

Post Zang Tum Tuuum

“In Italia il periodo tra il 1918 e il 1943 è caratterizzato dalla crisi dello stato liberale e dall’affermazione del fascismo, nonché da una costante interdipendenza tra ricerca artistica, dinamiche sociali e attività politica” Continua a leggere

Dürer e il Rinascimento

“Quanto più esattamente imiterete la natura, tanto più bello e artistico sarà considerato il vostro dipinto” Albrecht Dürer

Continua a leggere

Stati d’animo

“L’arte deve rimpiazzare il vuoto lasciato in noi dalle religioni, l’arte dell’avvenire dovrà apparire come scienza dello spirito, essendo l’opera d’arte la rivelazione di esso” (Giovanni Segantini) Continua a leggere

Una storia europea chiamata Rivoluzione

“Cento anni dopo cosa è la Rivoluzione d’Ottobre? Un simbolo, uno spartiacque o una data scomoda, che con difficoltà sollecita la memoria europea? Noi pensiamo che sia una chiave d’accesso per descrivere la storia d’Europa. E costituisca per questo una data del nostro calendario civile.
L’esperienza della Rivoluzione d’Ottobre – per quanto abbia generato, con l’espansione del movimento comunista, conseguenze a livello globale – è stata soprattutto un’esperienza europea, che ha impresso il suo marchio su tanta parte della storia delle passioni politiche e civili di noi europei e sui percorsi che abbiamo tracciato per definire dove iniziava e dove finiva l’Europa” (Chiara Missikoff) Continua a leggere

Revolutija

“Nei profondi nascondigli dell’arte si trovano i segreti dei fatti dei colpi di Stato, della riorganizzazione della vita delle persone…”
Continua a leggere

Rivoluzione Galileo

La filosofia è scritta in questo grandissimo libro che continuamente ci sta aperto dinanzi agli occhi (io dico l’universo), ma non si può intendere se prima non si impara a intender la lingua, e conoscer i caratteri, ne’ quali è scritto. Egli è scritto in lingua matematica, e i caratteri son triangoli, cerchi, ed altre figure geometriche, senza i quali mezzi è impossibile a intenderne umanamente la parola; senza questi vi è un aggirarsi veramente per un oscuro laberinto”
Galileo Galilei, Il Saggiatore Continua a leggere